Share this post

Windows Collaboration Display di Sharp è ora disponibile da Bema.

Cerchi un metodo per semplificare le riunioni virtuali della tua azienda? È questo il bisogno a cui Sharp ha tentato di porre rimedio.
In un’epoca in cui i meeting e le riunioni avvicinano i continenti tramite schermo, il Windows Collaboration di Sharp si propone come l’ottima risposta alla domanda di ottimizzazione della gestione delle riunioni virtuali.

Si presenta come un monitor interattivo 4K da 70” che, con il suo design elegante, ben si adatta a qualsiasi tipo di ambiente.

Con il Windows Collaboration Display (WCD) l’organizzazione delle riunioni è più facile e immediata e permette di risparmiare il tempo necessario alla preparazione logistica, predisponendo un ambiente confortevole e interattivo capace di mantenere viva l’attenzione dei partecipanti, così come la loro interazione. Integrato ad un sistema di gestione intelligente degli edifici inoltre, Il WCD permette di raccogliere numerosi dati strumentali e di analizzarli, in modo tale da aumentarne l’efficienza.

Ma che cosa fa in pratica il Windows Collaboration Display?

Il WCD in sostanza, facilita qualsiasi azione di configurazione e coordinamento dei meeting.

Basta entrare in una sala riunioni, collegare velocemente il proprio dispositivo al monitor con o senza fili e iniziare a presentare.

Il Windows Collaboration Display è il primo monitor interattivo certificato per Skype for Business, ma lavora molto bene anche con tutti gli strumenti di collaborazione Microsoft 365, primo fra tutti Microsoft Teams.
Durante un qualsiasi tipo di presentazione è inoltre possibile usufruire di un’esperienza “Pen-on-Paper®” tramite la tecnologia touch capacitiva integrata a 10 punti e al Direct Optical Bonding. In questo modo, usando l’apposita penna o il dito, si possono aggiungere alla presentazione note, modifiche e annotazioni direttamente dallo schermo.

IoT e funzionalità aggiuntive: perché utilizzarle con il Windows Collaboration Display

Il Windows Collaboration Display di Sharp è dotato di sensori Iot che, collegati a un servizio cloud come la piattaforma IoT “Gemelli Digitali” di Microsoft Azure sono pensati per ricreare un ambiente efficiente in modo intelligente:

  • Occupazione: è il sensore progettato per rilevare la presenza delle persone all’interno di una stanza, ma può essere integrato da servizi AI aggiuntivi. Tramite questi è infatti possibile contare il numero dei presenti o individuare l’interlocutore per direzionare i microfoni verso di lui.
  • Temperatura: questo sensore è predisposto per rendere l’ambiente confortevole e ottimale, gestisce temperatura e umidità in base al clima esterno e al numero di persone nella stanza. Permette anche di ottimizzare i costi di riscaldamento.
  • Luce: il WCD è integrato anche di un sensore capace di regolare in maniera ottimale la luce in ogni ambiente, in modo da diminuire l’affaticamento visivo e gli sprechi di energia.
  • Qualità dell’aria: tramite questo sensore anche la qualità dell’aria nell’ambiente viene rilevata e analizzata, permettendo di mantenere il luogo salubre.

La piattaforma “Gemelli Digitali”, inoltre, se integrata di Sharp Workspaces (software per la gestione dei dati dei sensori IoT) consente di raccogliere e analizzare diversi dati funzionali. Si può così ottenere un resoconto sull’utilizzo della sala riunioni, con tanto di condizioni ambientali e frequenza d’uso, permettendo di gestirne anche la prenotazione in base alle necessità (come il numero dei partecipanti o la fascia oraria).

Specifiche tecniche

Il Windows Collaboration Display di Sharp può collegarsi fino a cinque dispositivi contemporaneamente, permettendo anche la divisione dello schermo in due parti per una duplice presentazione che può essere gestita attraverso il Touch Back direttamente dal monitor interattivo. Inoltre, il trasferimento di dati può avvenire a grandi velocità anche per file di grandi dimensioni, come i video in 4K, grazie al connettore USB-C con cavo di 8 metri, compatibile anche con tutti i notebook di nuova generazione. In alternativa, a garanzia della sua flessibilità, il WCD è predisposto per collegamento wireless o cavo HDMI e USB-B, seppur questo comporti una larghezza di banda inferiore.

Acquistare un WCD

Da Bema potrai acquistare il tuo Windows Collaboration Display che, al momento dell’acquisto, viene anche corredato da una licenza gratuita di prova del software Sharp Workspaces (soluzione SaaS) della durata di 90 giorni. Se poi hai bisogno di assistenza, noi di Bema siamo a tua completa disposizione, così come lo è il team Sharp, con la linea diretta Sharp Hotline. Chiamaci subito per ogni dubbio o richiesta!

 

marchio collaboratore arredo ufficio
Bema Office - Vicenza - Certificazione Brother -Partner 2021

MARCHI TRATTATI